DIRITTO A UN MAXI RIMBORSO PER RINNOVO DELLA CESSIONE DEL QUINTO E ESTINZIONE ANTICIPATA DEL FINANZIAMENTO

Con la recentissima Sentenza n. C-383/18 del caso Lexitor la Corte di Giustizia Europea  ha stabilito il principio per il quale il consumatore, in caso di estinzione anticipata e/o rinnovazione del debito, ha diritto al rimborso  di tutte le spese   sostenute in fase di erogazione del prestito in proporzione della quota non goduta e non solo di quelle recurring  (quelle variabili temporalmente).

Com’è notorio  il diritto del consumatore di estinguere e/o rinnovare anticipatamente il proprio debito è disciplinato ai sensi  dell’art. 125 sexies del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia – TUB – (D.lgs. n. 141/2010) che tra l’altro prevede che il consumatore ha diritto al rimborso di una parte  del costo totale del credito, pari all’importo degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto.

Quello che  viene  modificato  da questa importante pronuncia della Corte di Giustizia Europea  è che nell’applicare l’art.125 -sexies tub, gli istituti creditizi, in caso di rinnovo del quinto dello stipendio e o della pensione,  dovranno  rimborsare  non  i soli costi recurring, come hanno fatto in questi anni  ma anche quelli up front  che  corrispondono ad esborsi dovuti per adempimenti preliminari alla concessione del finanziamento (ad es. la gestione della pratica, le spese di istruttoria ecc.)  e dovranno farlo anche per il passato (ultimi dieci anni).

Di conseguenza il consumatore in considerazione di tale importante pronuncia della Corte di Giustizia Europea, ha diritto ad un maxi rimborso, potendo  richiedere all’ente creditizio il pagamento anche di quei costi up front che  sicuramente non gli sono stati  rimborsati, negli ultimi dieci anni, in sede di estinzione del finanziamento  e/o rinnovo della cessione del quinto.

Per cui la norma contrattuale che prevedeva la non  ripetibilità dei costi riferiti ad attività preliminare, in quanto contraria a norma imperativa è affetta da nullità (di protezione ) rilevabile di ufficio così come ha statuito l’ Arbitrato bancario finanziario con la importante pronuncia del 11 dicembre 2019.

Il nostro Studio Legale Internazionale Monetti &Associati, con il proprio  team di avvocati e consulenti, offre assistenza legale a tutti i consumatori  che negli ultimi dieci anni  hanno rinnovato la cessione del quinto dello stipendio  e/o pensione o hanno estinto un finanziamento prima della scadenza naturale intervenendo velocemente  in tutta Italia   con tutte le azioni legali necessarie al fine di fare  ottenere ai propri clienti  il maxi rimborso spettante e mai pagato dagli istituti finanziatori.

Per contattarci entra nel nostro sito www.monettieassociati.it e invia un email all’indirizzo info@monettieassociati.it e ti daremo una veloce risposta su fattibilità e costi oppure invia messaggio sulla nostra chat  di Facebook   per avere un contatto immediato.

avv. Marco Monetti  Founder and managing partner dello Studio Legale Monetti&Associati